S. Donato

S. Donato sorge ad est di Valfabbrica, a nord-est del Pioppo e a nord di Pieve di S. Nicolo. Il Tiraboschi lo chiama “S. Donato de’ S. Donato”.

L’eminente storico afferma che alcune chiese, nel sec. XIV, dipendevano dal Priorato della Badia in Valfabbrica e tra queste anche S. Donato, con corte, cioè con casa o piccolo monastero che aveva lavoratori di terra e artigiani e allevava animali da carne e da lavoro.

Nel 1354, la Badia di Valfabbrica vi possiede delle terre.

Nel 1415, nella zona, son fatte delle divisioni di beni presso il voc. Campo del Santo o Gualdaccio, e si trova in balia di Poggio del Priore. Appartiene alla balia di Campolongo nel 1527 quando Francesco Nisi da Valfabbrica fa testamento lasciando denari perché siano dipinte le immagini dei SS. Donato e Rocco nella chiesetta.

S. Donato di S. Donato reca probabilmente questo nome perché la chiesa del sec. XI, detta “chiesola”, in cima al colle, è stata dedicata al Santo, vescovo e martire, posteriormente al piccolo monastero e alla sua corte.

La chiesa si presenta come vecchia costruzione, ma non cadente, con grosse mura, con area davanti e piccola abside, con una superficie di circa 8×5 m. Sopra la porta si trova un piccolo campanile con due campane, dono della Pro Civitate Cristiana di Assisi.

Share this Project